Di Arturs Bricis ne esiste solamente uno. È un personaggio unico nel suo genere, uno che ama far parlare il campo. Non è facile descrivere l’ala lettone, ma è facile affezionarsi all’uomo Bricis. Un leader silenzioso, che si è fatto apprezzare non solo per i punti realizzati in stagione, ma soprattutto per le virtù dimostrate all’interno dello spogliatoio. Un ragazzo, insomma, che si è fatto voler bene dai suoi compagni di squadre per le piccole gesta quotidiane.

Quando sei arrivato a Torrenova hai detto “sono venuto qui per vincere il campionato”. Lo credevi davvero, fin dall’inizio?
«Certo che si. Quando Torrenova mi contattò parlai con Luca Sgrò, con cui avevo già giocato l’anno prima a Corato. Mi parlò benissimo della Cestistica, del suo staff e delle splendide persone di cui la società è composta. Aveva ragione, mi sono trovato benissimo e nonostante i tanti infortuni durante il campionato, nel corso di tutto il campionato abbiamo avuto una buona chimica di squadra con ottimi giocatori e persone disponibili in ogni ruolo, in campo e fuori».

Tu che di finali ne avevi già vinte, cosa hai pensato a Ferentino al termine della Finale?
«Prima della partita eravamo tutti un po’ tesi: sapevamo che Barcellona era una buona squadra, ma eravamo coscienti che se avessimo giocato con la giusta intensità avremmo vinto la partita. Durante la partita, poi, non ho segnato molto, ma ho fatto tutto quello che potevo per aiutare i miei compagni. Alla fine ero strafelice di gioia perché ho condiviso con dei ragazzi stupendi una gioia incredibile».

Credi che Torrenova sia pronta per la Serie B?
«Dipenderà molto da come costruiranno la squadra, non so chi resterà e chi no. Credo che ci sia una buona base per il nuovo roster, ma sarà molto importante che altri partner possano supportare la Cestistica in questa nuova avventura».

C’è qualcosa che vorresti dire ai tifosi?
«Vorrei ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto in questa stagione. Con alcuni di loro ho avuto il piacere di condividere dei momenti anche al di fuori del Palazzetto, Torrenova è una cittadina piccola ma è piena di brave persone. Grazie e buona fortuna per i prossimi anni!».

Ufficio Stampa Confezioni Corpina Torrenova

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento qui
Il tuo nome qua