Vittoria storica per la Cestistica Torrenovese Under 13. La squadra dei coach Lavecchia e Santoro, nella serata di ieri, è riuscita a espugnare il PalaValenti per 56-51 conquistando il primo posto al termine della Prima Fase del campionato di categoria. Un risultato storico per la società torrenovese, qualificata alla Fase Gold Regionale cui le Aquile – inserite nel Girone C – sfideranno il Minibasket Milazzo, prima classificata del Girone 8, la Costa d’Orlando, seconda classificata nel girone della Cestistica Torrenovese, la vincente del Girone 10 (CUS Palermo o Bagheria), l’Happy Basket Palermo, prima classificata del Girone 11, e la seconda classifica del Girone 11 (PGS Villaurea o Orizzonte Palermo). La Fase Gold sarà dunque un girone all’italiana, con gara di andata, ritorno ed una “girone ad orologio” che si giocherà con gare in casa della squadra meglio classificata. Le vincitrici dei 4 gironi della Fase Gold accederanno alla Fase Finale, con semifinali e finali.

LA PARTITA – La Cestistica non approccia benissimo alla gara, sbagliando tanto e permettendo all’Orlandina Basket di condurre la gara. Le Aquile sono imprecise e producono molte palle perse, ma Armini è in serata di grazie e va a referto con 34 punti pesantissimi e un’ottima difesa nelle fasi cruciali del match consentono alla Cestistica di ottenere una vittoria storica.

IL COMMENTO – Queste le parole di coach Luigi Lavecchia al termine della gara: «È stata una gara molto tirata in cui siamo sempre stati ad inseguire l’Orlandina nei primi 30’, nell’ultimo quarto siamo poi riusciti a mettere la testa avanti con un parziale di 10-5 che ci ha permesso di prendere un piccolo vantaggio regalandoci vittoria e primo posto al termine della Prima Fase. Insieme a coach Santoro abbiamo creato un bel gruppo e siamo molto felici dei risultati ottenuti finora. Ci attende adesso una Seconda Fase a cui accediamo da Cenerentola: non per questo, però, vogliamo solo far la parte della comparsa. Abbiamo l’obiettivo di far crescere i nostri ragazzi, farli divertire… e provare a vincere più partite possibili!».

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento qui
Il tuo nome qua