Cestistica Torrenovese – Virtus Trapani 78-57 (15-13)(40-26)(57-37)

Cestistica Torrenovese: Marino, Urso 16, Machì ne, Mondello 11, Papa 8, Arto 7, Sindoni 6, Sgrò ne, Serafino, Carrabba, Albana 17, Valente 13. All: Fiasconaro

Virtus Trapani: Campo 14, Schifano V 12, Xhilone, Licari, Schifano D 3, Perrone, Minore, Asta G 15, Genovese 13. All: Genovese.

Quarta vittoria di fila per la Cestistica Torrenovese, che dopo aver battuto CUS e Eagles Palermo, fa cadere al PalaTorre la Virtus Trapani per 78-57, e in attesa di conoscere il risultato del posticipo di mercoledì sera fra Eagles Palermo e Amatori Messina, si gode da sola la terza posizione in classifica. Per i ragazzi di coach Fiasconaro prove importanti di Albana, miglior realizzatore con 17 punti e 8/8 ai liberi, Urso, che chiude con 16 punti e 50% dal campo (7/14), Mondello, doppia doppia da 11 punti e 10 rimbalzi, e una Papa, protagonista di 8 punti con il 2/3 dalla lunga distanza.

Si sente l’importanza della gara al Palatorre ed il primo quarto non è bellissimo. La Virtus di coach Genovese aggredisce meglio il match, ma Albana, Mondello e un positivo Sindoni rispondono colpo su colpo a Campo, Asta e Genovese, permettendo alla Cestistica di chiudere il vantaggio il quarto (15-13). Il secondo periodo è più vivace: i ragazzi di Fiasconaro chiudono meglio le maglie difensive e al 18’, dopo un canestro di Arto in fade away e una tripla dall’angolo di Papa, obbligano coach Genovese a fermare la gara. Il timeout non dà però gli effetti sperati, e in uscita arriva una bomba di Urso con fallo subito per il 34-23. Papa continua a bombardare la retina dalla lunga distanza per il 37-23, e a 1″31 dalla fine la Virtus è costretta a chiamare il secondo timeout nel giro di 1’. Sindoni e Papa proseguono il break deo padroni di casa, poi Genovese con una bomba allo scadere del primo tempo chiude il lungo parziale della Cestistica, e alla pausa lunga è 40-26. La Virtus tenta di rientrare ad inizio ripresa con i canestri di Schifano e Perrone, ma una tripla di Albana, 4 punti di Mondello e due sottomano di Urso portano il match sul 51-32, aggiornando il massimo vantaggio al +19. Asta segna il -14 (51-37 al 27) con una tripla dall’angolo, Albana risponde con un appoggio al vetro d’alta scuola, poi Valente in penetrazione frontale e Mondello segna dopo un rimbalzo offensivo chiudendo il parziale sul 57-37. Asta è l’ultimo a mollare e apre il quarto con una bomba dopo 1’30” di gioco nell’ultimo parziale. Albana però è infallibile dalla lunetta (8/8 alla fine), Urso segna in lay up, poi Valente in contropiede chiude definitivamente i conti con il canestro del massimo vantaggio (71-45). La gara prosegue, ma oramai si gioca solo aspettando la fine: c’è tempo anche per i giovani della Cestistica (Marino, Carrabba e Serafino) ed il match si conclude con la vittoria delle Aquile per 78-57.

«È una vittoria importantissima in chiave playoff – afferma coach Massimiliano Fiasconaro al termine della gara –, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e così è stato. La Virtus Trapani è una squadra giovane ma con talento e con un super allenatore come coach Genovese in panchina. Noi abbiamo fatto l’errore di partire scarichi, poi abbiamo aggiustato qualcosa ed abbiamo portato a casa la gara, ma non senza patemi. Abbiamo conquistato due punti pesanti che sono un buon viatico per il futuro di questo campionato. Adesso testa a Barcellona – conclude l’allenatore della Cestistica –, squadra super attrezzata che ieri ha perso di solo un punto a Marsala e sicuramente vorrà riscattare questo periodo difficile che stanno attraversando. Noi Dobbiamo continuare ad allenarci forte per sviluppare le nostre certezze».

Ufficio Stampa Cestistica Torrenovese

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento qui
Il tuo nome qua